Gli alberi: una risorsa in crisi

Fondamentali da un punto di vista ecologico, culturale ed economico: stiamo parlando delle circa 58.497 specie di alberi esistenti al mondo, dotate di quel fusto longevo e legnoso che le distingue da tutte le altre piante. Elementi essenziali della biodiversità, magazzini di anidride carbonica e fonte di vita per tutti gli esseri viventi (piante epifite, funghi, uccelli, mammiferi, invertebrati, anfibi, rettili, etc). Sono la componente principale degli ecosistemi forestali – formidabili regolatori del clima – dei boschi, delle savane, delle praterie, dei deserti, degli ambienti urbaniSono ovunque.

Uno studio del settembre 2021, intitolato State of the World’s Trees e condotto dal Botanic Gardens Conservation International, parte proprio da queste premesse. Ci avverte: una specie arborea su tre rischia l’estinzione e almeno 142 specie sono ormai considerate estinte. Soprattutto laddove la varietà regna sovrana, ovvero nella fascia tropicale del nostro pianeta (in Madagascar, ad esempio).

Urge allora un’inversione di rotta, un nuovo stile di vita che faccia fronte al cambiamento climatico.

Occorre partire dal disboscamento intensivo, dalle tecniche agricole invasive e dalle malattie e dai parassiti delle piante. Con il supporto – anche – delle intense ricerche scientifiche e collaborazioni tra ricercatori, volte a fornire dettagliate informazioni sulla riforestazione e la protezione delle specie arboree e, di conseguenza, di tutto il pianeta.

Già, perché gli alberi sono alla base delle piramidi ecologiche. Ciò vuol dire che se le fondamenta si sgretolano, tutto l’ecosistema collassa. Si trasforma, privato di tutti quei servizi che gli alberi forniscono: depurazione delle acque, prevenzione dell’erosione, difesa dalle inondazioni, regolazione della temperatura e della qualità dell’aria.

“Quanto siamo miopi nel permettere la perdita di specie arboree da cui la società globale è ecologicamente ed economicamente dipendente. Se solo potessimo imparare a rispettare gli alberi, senza dubbio molte sfide ambientali ne trarrebbero grande beneficio“.

Così, con queste parole dure e necessarie, il report coglie il vero nocciolo della questione, il circolo vizioso invisibile in cui siamo incastrati: il mancato rispetto degli alberi equivale alla distruzione del pianeta. E viceversa.

Di stagione in stagione.

Ascolta su SoundCloud

di Linea Verde Nicolini