fbpx

Trucchi e metodi di irrigazione per risparmiare acqua in giardino

risparmiare acqua in giardino

Quando finirà il caldo estivo? Come non se ne conosce mai bene l’inizio – soprattutto da quando siamo costretti a parlare di cambiamenti climatici! – così non è dato sapere quando finirà l’afa estiva.

Perciò,  anche per affrontare meglio tutte le prossime stagioni di sole, oggi vogliamo ripassare con te quali possono essere i trucchi essenziali per innaffiare bene le piante. E, soprattutto, vogliamo ricordarti come lo si può fare risparmiando acqua.

Perché irrigare e/o faticare per niente? Senza per forza essere un contadino o un giardiniere di lungo corso, è possibile ottenere ottimi risultati con alcuni accorgimenti.

Per non sprecare acqua quando si innaffia il giardino?

L‘irrigazione corretta è fondamentale per evitare sprechi d’acqua. Sprechi che, tra l’altro, devono anche tenere conto degli orari imposti dai comuni e delle indicazioni rettificate fornite dai gestori pubblici.

Tant’è, i momenti ideali per innaffiare il giardino sono:

  • al mattino molto presto…
  • oppure di sera, quando le temperature sono più basse e l’evaporazione è ridotta.

N.B. Durante la notte le piante possono assorbire l’acqua con calma e nutrirsi nel migliore dei modi. Ricorda, però, che in inverno è meglio irrigare la mattina per evitare i ristagni notturni che possono causare gelate.

Prima di annaffiare, poi, ti verrà sempre naturale guardare all’insù: l’azzurro, le nuvole, le stelle e il verso del vento… Come va il tempo? E magari, appunto, ascoltare cosa dicono le previsioni metereologiche.

Ecco. Se rispetterai sempre le indicazioni meteo e i segni della natura, ridurrai gli sprechi e garantirai alle tue piante una buona salute.

Un altro trucco è osservare colore e consistenza dell’erba: semmai ti apparisse opaca e ruvida al tatto, significa che è il momento d’innaffiare.

Soffermandosi in particolare sul tappeto erboso, un altro segnale caratteristico della ‘sete del tuo giardino’ è quella sensazione che dà l’erba sotto i piedi: se si piega o si schiaccia subito dopo il calpestio, significa ancora che è arrivato il momento di bagnare.

Risparmiare acqua in giardino: dividi in zone il tuo prato

risparmiare acqua in giardino

Lo sappiamo: chiederti di dividere in zone d’irrigazione separate il tuo giardino potrebbe all’inizio sembrare un’impresa difficile. In realtà, si tratta di un progetto realizzabile, soprattutto se vorrai beneficiare dell’aiuto dei nostri tecnici; ed è una strategia davvero efficace per risparmiare acqua.

In questo modo, potrai calibrare sulle tue esigenze personali la quantità d’acqua necessaria per ogni area, come naturale adattandola alle specifiche esigenze delle piante presenti. Ad esempio:

  • le piante con radici profonde necessitano di annaffiature meno frequenti, ma più abbondanti;
  • mentre quelle con radici superficiali beneficiano di annaffiamenti più leggeri, però più frequenti.

Questa organizzazione ottimizza l’uso dell’acqua e promuove una crescita più sana delle piante. Applicala con amore, determinazione e costanza.

Risparmiare acqua in giardino installando sensori di umidità

Strumenti veramente preziosi, i sensori d’umidità (!). Se non ne hai già installati nel tuo giardino, ti consigliamo di farlo al più presto.

Questi dispositivi, infatti, testano l’umidità del terreno in tempo reale. E quindi rilevano il livello di acqua presente nel suolo, inviando i dati a un sistema di controllo, che a sua volta regola l’irrigazione in base alle effettive necessità delle piante.

Installare sensori d’umidità consente di evitare irrigazioni superflue, riducendo così il consumo d’acqua in esubero. Nel contempo con questi sistemi assicuri comunque che ogni tua pianta riceva la giusta quantità d’idratazione. Bella e contenta.

Installa dei timer per l’irrigazione

risparmiare acqua in giardino con timer

Un altro metodo efficace per risparmiare acqua è l’installazione di un timer per l’irrigazione.

Un temporizzatore di questo tipo permette, infatti, di programmare l’erogazione automatica dell’innaffiamento, stabilendo in anticipo specifici momenti della giornata e garantendo che il giardino venga annaffiato solo quando necessario e per il tempo giusto.

Questa soluzione non aiuta soltanto a risparmiare, ma semplifica anche la gestione del tuo spazio aperto, perché elimina la necessità d’interventi manuali quotidiani.

Irrigazione a goccia: Il miglior metodo di irrigazione per risparmiare acqua?

irrigazione a goccia per risparmiare acqua in giardino

L’irrigazione a goccia è considerata uno dei metodi in assoluto più efficienti in fatto di risparmio idrico. Questo sistema, del resto, distribuisce l’acqua direttamente alle radici delle piante, grazie a una rete di tubi e gocciolatori.

Per questo si tratta di un sistema molto efficace per ridurre al minimo l’evaporazione e il ruscellamento superficiale.

N.B. È ideale non solo per le piante ornamentali, ma anche per orti e aiuole, permettendo un’irrigazione mirata e controllata che appunto riduce ogni dispersione d’acqua.

Altri consigli utili

  1. Evita di irrigare con pioggia (o con previsioni di pioggia): come abbiamo detto anche nelle prime righe di questo articolo, verifica sempre le previsioni meteo per schivare inutili sprechi d’acqua.

  2. Riutilizza l’acqua piovana: installa un sistema di raccolta dell’acqua proveniente dalle precipitazioni, perché farlo è un’ottima soluzione per risparmiare acqua.

  3. Elimina le piante infestanti: le erbacce infatti competono (inutilmente) con le tue piante per l’acqua; quindi, mantenendo il giardino pulito potrai anche ridurre il consumo idrico.

  4. Utilizza l’acqua di cottura delle verdure: una volta freddata (e solo se priva di sale!) l’acqua proveniente dalle preparazioni vegetali semplici della cucina è un toccasana per le tue piante, anche quelle in-door.

  5. Controlla e ripara eventuali malfunzionamenti dei sistemi di irrigazione: ovvio che un sistema d’irrigazione ben mantenuto è essenziale per evitare perdite.

Concludendo

Risparmiare acqua in giardino non è solo una questione di rispetto per l’ambiente, ma anche un fatto che riguarda la gestione responsabile delle risorse. Seguendo i consigli che ti abbiamo fornito in queste righe e dunque adottando pratiche d’irrigazione sostenibile, puoi contribuire a preservare questa preziosa risorsa per le generazioni future.

Di stagione in stagione.

Ascolta su SoundCloud

di Linea Verde Nicolini

Line Verde Nicolini
Invia su WhatsApp