Un grande gigante gentile

Il tiglio nostranoTilia plathyphyllos – è un ‘grande gigante gentile’. Rapidissimo nel crescere, l’hai di sicuro incontrato tante volte sulla tua strada: nei parchi, ma anche nelle vie cittadine, dov’è capace di contrastare potentemente l’inquinamento. Per questa e altre ragioni, facciamone insieme un breve identikit completo.

Pianta decidua di grandi dimensioni, il nostro tiglio può arrivare a superare anche i 30 m di altezza e i 10-20 m di circonferenza.

Naturalmente ve ne sono diverse specie nel mondo, di origini piuttosto lontane e diverse. Tralasciando quelle americane o asiatiche, a noi ora interessa – come dicevamo – farti conoscere quello autoctono. Ed ecco che in Italia il tiglio è appunto molto diffuso. Lo puoi trovare sia isolato che in piccoli gruppi naturali. Certo non lo incrocerai mai al di sopra dei 1000 metri di quota. E imparerai a riconoscerlo, d’altronde, per la sua chioma ovale.

Le foglie di questa pianta spettacolare, che hanno forma di cuore, sono verde scuro e lucide sulla pagina superiore; mentre nella pagina inferiore il colore si fa più chiaro, con i margini seghettati.

Per quanto riguarda la fioritura, essa è profumatissima e chiara (i fiori sono bianco-giallastri). La corteccia del tronco – invece – è grigia, con numerose venature longitudinali. Resistente al caldo e al freddo, ama starsene placido al sole. In sostanza, il tiglio non è una pianta esigente. Predilige terreni ben drenati e fertili. Ed è molto generoso nel restituirci aria pulita.

Di stagione in stagione.

Ascolta su SoundCloud

di Linea Verde Nicolini

0 commenti