fbpx

Conosciamoli meglio

“Quando un giorno da un malchiuso portone / tra gli alberi di una corte / ci si mostrano i gialli dei limoni; / e il gelo del cuore si sfa, / e in petto ci scrosciano / le loro canzoni / le trombe d’oro della solarità”.

Così Eugenio Montale celebra i limoni. Senza poter certo raggiungere le vette artistiche del grande poeta, noi gli facciamo eco confermando che, sì, è proprio vero: le piante di agrumi, con il loro profumo e i colori caldi, sono straordinarie. Sono infatti in grado di inebriare chiunque di quella confortevole luce estiva che scalda il cuore, dando una piacevole sensazione d’accoglienza, forse anche grazie alla generosità e abbondanza dei loro frutti. Se hai un bel giardino, insomma, non ne puoi proprio fare a meno!

Devi quindi sapere che, come tutte le piante da frutto, sono molto delicate. Se si presta loro la dovuta attenzione, comunque, ti regaleranno delle gustosissime ricompense. Vale di sicuro la pena, allora, leggere tutte le accortezze da seguire, pregustando la fioritura e la comparsa dei frutti. Ecco di cosa hai bisogno:

  • di concimi adatti (da impiegare prima dell’estate, in primavera);
  • di un vaso abbastanza grande per lasciare che le radici crescano senza impedimenti;
  • di una difesa dal freddo invernale e una corretta esposizione al sole durante l’estate.

Ma non meno importante è conoscere pure le caratteristiche specifiche delle varie piante di agrumi. Quali sono le tue preferite? Scoprilo insieme a noi!

Come accennavamo, non esistono (ovviamente!) solo i limoni, ibridi naturali – per chi non lo sapesse – tra il cedro e il lime. Certo, come abbiamo già detto, le piante di limone hanno molte qualità, a cominciare dai loro frutti luminosi e i fiori bianchi come la neve che nascondono un poco i rami pieni di spine. Purtroppo, però, c’è anche da dire che forse sono proprio queste le piante di agrumi che meno sopportano il freddo e le correnti d’aria. In ogni caso, se ben protette e di tanto in tanto scaldate dal sole, regalano i loro frutti più volte durante l’anno. L’importante è rinvasare l’albero ogni 3 anni con un terreno specifico per agrumi e l’aiuto di un concime con lupini macinati, per non far mai mancare alla pianta i principi nutritivi che la sostengono. Bisogna inoltre osservare con attenzione e costanza il colore delle foglie: mi raccomando, se si ingialliscono vuol dire che la pianta ha bisogno d’acqua.

Un altro agrume molto noto e amato è il mandarino, la cui pianta vanta delle radici a dir poco profonde (quando crescono troppo, dunque, è il caso di cambiare subito vaso) e – nei mesi caldi – dei fiorellini bianchi chiamati zagare. Anche il mandarino adora il caldo, anche se i frutti nascono in inverno e talvolta sono disponibili fino a maggio. Con l’aiuto di un buon concime organico, la pianta può essere coltivata fuori o dentro un vaso, tenendo ancora una volta conto del fatto che durante i mesi caldi necessita di più acqua.

Il più alto di tutti gli agrumi – te ne accorgerai se lo coltivi nel tuo giardino – è sicuramente il cedro: arriva fino agli 8 metri! Sempreverde e addobbato dalla sua bella fioritura colorata, ti potrà donare dei frutti gialli dal gusto aspro o più delicato, a condizione che tu lo protegga dal freddo, consentendogli sempre di trarre energia dalla luce del sole.

Non può mancare, poi, la pianta dell’arancio, che – se concimata periodicamente e sottoposta alla pacciamatura – ti sorprenderà con i suoi frutti e fiori.

Come dimenticarsi, infine, del succoso pompelmo, un frutto che si raccoglie da gennaio a marzo e continua a maturare dopo essere stato staccato dall’albero. Un albero che è meglio coltivare in vaso, se lo si vuole proteggere per bene.

Insomma, di agrumi ce ne sono per tutti i gusti e fortunatamente le regole generali non variano granché. Puoi quindi fare un salto da noi per scegliere finalmente la pianta che per te regala il frutto più buono… Ti aspettiamo!

Di stagione in stagione.

Ascolta su SoundCloud

di Linea Verde Nicolini