Una sfida cruciale che riguarda anche noi

Tutti ne parlano: al mondo e in Europa. Ma che dobbiamo fare in concreto nella tua città per sviluppo sostenibile e conservazione delle biodiversità?

Dicevamo: l’Italia ha una legge sul verde pubblico. Ed esiste un Comitato che – su delega del Parlamento – ne monitora l’applicazione da parte delle amministrazioni, in modo che si diffondano queste buone prassi e si rispettino indirizzi tecnici omogenei.

Di qui nascono azioni per garanzia e sicurezza delle alberature stradali; ma anche condotte corrette per i singoli alberi posti a dimora in giardini/aree pubbliche. Un altro obiettivo è creare percorsi formativi per il personale addetto alla manutenzione del verde, anche in collaborazione con le università.

Questi scopi (o punti di partenza?) a noi piacciono molto. Perciò li teniamo ben presenti e li perseguiamo, sia applicandoli con diligenza nel lavoro per le committenze pubbliche sia portandoli in ambito privato.

Ci sta a cuore il ricco patrimonio verde di città e zone peri-urbane, oggi spesso costituito da alberi maturi o storici in condizioni inadeguate rispetto alle esigenze biologiche e fisiologiche delle varie specie. Il contesto dove era stata collocata a suo tempo la pianta ad alto fusto può essersi del resto modificato, creando tutt’attorno pericoli per l’incolumità dei residenti.

In queste situazioni si gioca una sfida cruciale. Vogliamo essere pronti a raccoglierla, con enti e cittadini. Al passo coi cambiamenti ambientali, ma anche con quelli socio-economici.

Di stagione in stagione.

Ascolta su SoundCloud

di Linea Verde Nicolini