Alcuni segreti dell’arte della potatura

Alle prime armi col verde? Desideri però sperimentare già di persona le varie tecniche agronomiche? E soprattutto non vuoi farti trovare impreparato dal tuo giardiniere di fiducia?

Bene: ci paiono buoni motivi per cominciare a parlare con te della potatura. Del resto, è dai tagli di potatura che possono dipendere poi armonia, vigore, forma, resistenza delle piante nel tuo giardino.

Un albero sottoposto periodicamente a buona potatura può infatti risultare ‘più giovane’ e reattivo ai parassiti; ma la resilienza alle malattie resta solo uno dei tanti obiettivi che si vogliono raggiungere nell’eliminare o accorciare ad arte alcune parti della pianta.

La potatura può anche stimolare maggior produzione di fiori, frutti o foglie. D’altronde, permette di controllare forma estetica e dimensioni ornamentali della chioma. Bene conoscere, quindi, le regole fondamentali di tale attività: anche se poi dovesse essere un tecnico a metterla in pratica per te.

Ecco, siamo proprio noi a dirti che prima di tutto in questo campo ci vuole esperienza, buon senso e controllo. Sì, non si può prescindere dalla conoscenza dei vari organismi viventi su cui si va ad operare; e ci vuole moderazione nel trattare i delicati equilibri che ne regolano crescita, fioritura e fruttificazione.

Quindi: perfetta consapevolezza di specie, varietà, età, tipo di portainnesto, condizioni climatiche, etc. Così ogni intervento sarà sufficientemente prudente e rispettoso, e nulla andrà contro il bene della pianta. Cut back!

Di stagione in stagione.

Ascolta su SoundCloud

di Linea Verde Nicolini

0 commenti