È un po’ come fare un film…

La nostra storia – fatta di paesaggi e di relazioni – supera anche la crisi del ’29; e, quindi, la tragica parentesi della Seconda Guerra Mondiale.

L’azienda oltrapassa tutto questo caos con Corrado, il quale s’impegna in particolare nelle grandi opere per il verde dell’E.U.R, del Foro Italico e della Mole Adriana. Insomma, sono gli anni dei più colossali trapianti del cosiddetto Vivaio Gigante Nicolini. Di cui, d’altronde, restano tante tracce nel nostro archivio fotografico.

Il tempo trascorre, non certo senza grandi tempeste, fino agli anni Cinquanta. È allora che il figlio di Corrado, Pier Luigi, sposa Maria Elisa Tallachini. Lei si è laureata in Agraria all’Università di Torino ed è figlia di Giulio, direttore di molte grandi opere di bonifica italiane (dalla Basilicata alla Sardegna, da Ferrara a Maccarese). Insomma con questo matrimonio arriva in azienda una ventata di novità e d’iniziative interessanti. Il giusto presupposto, non solo tecnico e organizzativo, per l’ormai prossimo boom degli anni Sessanta.

Diviso tra i cantieri dell’Hotel Hilton e della sede RAI di viale Mazzini, Pier Luigi matura allora un gusto particolare per le opere residenziali private improntate al modello anglosassone. Da ricordare, in tal senso, la fitta collaborazione con la Società Generale Immobiliare: a Casalpalocco, all’Olgiata, etc. Luoghi dove l’azienda è tutt’oggi presente.

Tra i giardini di quegli anni va citato – anche per il valore affettivo che ha assunto per tutta la comunità locale di Capranica – il Parco Pubblico Corrado Nicolini, da Pier Luigi fortemente voluto e dedicato appunto a suo padre. Più di recente in paese sono stati realizzati altri spazi verdi attrezzati, sempre col nostro aiuto tecnico.

La progettazione e la cura del verde hanno continuato a intrecciare, di generazione in generazione, il filo conduttore delle nostre scelte imprenditoriali (e di vita!). Una linea che appunto è stata attraversata dalla creatività di Pier Luigi. Proprio lui – fiancheggiato da noti architetti paesaggisti, come Maria Teresa Parpagliolo – ha firmato molti famosi giardini di rappresentanza e sovrinteso alla manutenzione di alcuni tra i più bei parchi romani. Ma la storia, come sai, continua ancora…

 

0 commenti