Domanda: cosa ci beviamo su? E cosa ci offrono per la preparazione l’orto e lo shop? 

Ancora per qualche giorno siamo in autunno. Così, mentre si cominciano a fare le note della spesa per i più ricchi pranzi e cene di Natale, in una domenica desiderosa di tepore e di sole… Perché non cucinare un bel Risotto alla zucca e salsiccia?!?
Il nostro amico chef Mauro Ballan ha subito accolto l’invito e – dopo un attento lavoro di selezione degli ingredienti e di preparazione ai fornelli – ce ne ha impiantato uno davvero speciale. Ti piacerebbe assaggiarlo? 
D’altronde, se seguirai le indicazioni a menadito, perché il tuo Risotto alla zucca con salsiccia non dovrebbe venire buono come quello di Mauro?! 

Allora, cominciamo dalla spesa. Ti servono: 

  1. 320 g di riso (e da noi, nell’angolo enoteca&goloserie, puoi trovare quelli buonissimi dell’Azienda Agricola Falchi) ;
  2.  300 g di zucca delicata (l’hai piantata in tempo nel tuo orto?); 
  3. 150 g di salsiccia fresca della migliore qualità;
  4. 1 scalogno (caspita, quanto è importante avere un orto a portata di mano: anche soltanto sul terrazzino!);
  5. brodo vegetale (e ritorna la rilevanza dell’orto…);
  6. ½ bicchiere di vino bianco (può andare bene uno poco acido, come il Weißburgunder o il Pinot Grigio, il Trebbiano o il Chardonnay e Müller-Thurgau… Fatti consigliare al meglio in enoteca, affinché la salsa cremosa non impazzisca e il risultato finale sia al top!);
  7. parmigiano reggiano grattugiato; 
  8. olio extra vergine di oliva di qualità doc della Cooperativa Cesare Battisti di Vetralla (sempre presente nell’angolo più goloso del nuovo shop de La Trinità!); 
  9. una noce di burro; 
  10. sale; 
  11. pepe nero. 

Quindi, come ha fatto Mauro, mettiti al lavoro in cucina.

1. Per prima cosa, il nostro giovane chef ti suggerisce di tagliare la zucca a metà. Quindi la metterai su una teglia e la farai cuocere in forno preriscaldato a 200° per 20-25 minuti. A quel punto sarà morbida abbastanza e la potrai sfornare. Eliminati i semi e i filamenti, recupererai tutta la polpa con un cucchiaio.

2. Nel frattempo avrai preparato il brodo vegetale. E sarai quindi pronta/o a far imbiondire la cipolla tritata in due cucchiai del nostro ottimo olio, unendo la salsiccia precedentemente spellata, aperta e spezzettata. Mescolerai e farai colorire per un paio di minuti.

3. Terzo passo: verserai il riso nella pentola con la salsiccia e lo farai tostare bene, sempre mescolando. Quindi, sfumare col vino bianco che ti abbiamo consigliato e consegnato in enoteca, unendo con attenzione la polpa di zucca precedentemente preparata.

4. Viene a questo punto il momento di mescolare e amalgamare al meglio la polpa di zucca. Dopo aver fatto questo, verserai un bel mestolo di brodo caldo, portando a cottura il risotto come di norma.

N.B. Sai già che il brodo va aggiunto pian piano, finché necessario. In attesa di mantecare con burro e parmigiano grattugiato, rigorosamente fuori dal fuoco.

Ecco fatto! Che profumo!! Che voglia!!! Il tuo Risotto alla zucca e salsiccia è pronto: come il nostro (!). Se vorrai, anzi, potremmo condividere anche la foto della tua tavola e delle porzioni perfettamente impiantate: presentate e pronte da mangiare subito. Postale nel nostro Gruppo FB: sarà un piacere fare festa insieme

Magari sarà anche l’occasione per parlare meglio di questo abbinamento perfetto: il matrimonio ben riuscito tra la dolcezza della zucca e il sapore intenso della salsiccia. E per approfondire le qualità della zucca, che – tra tutti gli ortaggi – è uno degli ingredienti più versatili. Si può infatti appaiare benissimo anche ai funghi e alle patate, tanto per dirne solo due. Ma dà risultati ‘al bacio’ pure con gamberoni o (sempre in risotto) condita con grana e aceto balsamico…

Insomma, della zucca torneremo a parlare. Perché – oltre tutto – è bella e gioiosa: adattissima anche a far appassionare alla cura dell’orto i più piccoli.

Già… Ma prima di concludere… Cosa avrà messo nel suo bicchiere Mauro, per fare un brindisi giusto a questo stuzzicante piatto?

Ci siamo avvicinati e abbiamo scoperto un vino con molto carattere, carico di richiami fioriti, dal sentore di erbe aromatiche e zenzero. Insomma – spiegano dall’angolo enoteca&goloserie – qui ci vuole qualcosa per sgrassare il palato, esaltando al contempo la dolcezza della zucca.

N.B. Oh, se preferisci, puoi cambiare bicchiere e berci su anche un Prosecco, uno Champagne oppure un Franciacorta.

Vieni dunque a scoprire quale bottiglia scegliere per questo menù nei nuovi spazi dello shop center, oggi tutti addobbati per Natale (!).

Siamo proprio contenti del risultato, e tu? La prossima settimana abbiamo già scritturato Mauro (che è veneto…) per bissare e prepararci il Risotto al radicchio e salsiccia. Chissà, dentro ci metterà il vino o la birra? Seguici e lo scopriremo insieme.

Ascolta su SoundCloud

di Linea Verde Nicolini