fbpx

Massimizza la vitalità del tuo prato

Hai già letto la prima parte di questo nostro articolo dedicato alla nutrizione intelligente del tuo tappeto erboso? Se vuoi un autunno rigoglioso e davvero piacevole, corri a metterti in paro con i contenuti precedenti del nostro blog. 

Quindi riprendiamo il filo del discorso. Tra fili d’erba lussureggiante, ovviamente 😉

Ogni prato è un mondo a sé

Ogni prato è un mondo a sé: un’opera d’arte tessuta dal calore del sole e dall’abbraccio della terra. Così quest’estate, mentre le foglie danzavano nell’aria e i raggi solari accarezzavano il tuo tappeto verde, quel manto erboso (proprio quello, non un altro…) ha assorbito nutrimenti dal suolo. Probabilmente, molti. Speriamo, di certo, sufficienti per far fronte al resto dell’anno…

Tuttavia, come ogni storia d’amore, questa stagione ha un epilogo. Già a fine luglio, il suolo ha iniziato a impoverirsi, creando una carenza che si fa sentire appunto in agosto/settembre: quando l’estate si prepara a cedere il passo all’autunno.

Eppure, niente paura: il team di Linea Verde Nicolini ha le sue armi di contrattacco. E noi crediamo che l’arte di curare il prato non debba temere le sfide (talvolta anche pesanti) della natura.

L’autunno s’avvicina, è vero. Tuttavia il desiderio irrefrenabile che anche tu provi di vedere il tuo prato ancora radiante e forte di fronte al nuovo impegno di transizione… Non è una chimera, un sogno irraggiungibile.

Ecco perché oggi vogliamo condividere con te ancora una strategia furba e intelligente, che affronta le sfide dell’autunno con passione e competenza. Perché ogni giusto desiderio si trasformi in realtà, sul prato più verde del tuo giardino.

L’autunno accenna ad arrivare? Calma e sangue freddo!

Con l’arrivo di agosto, la natura pian piano ha cambiato la sua melodia. Forse troppo piano? Forse a volte troppo bruscamente? Tuttavia, sappiamo che il tuo prato non deve stancarsi e deve affrontare tutto questo con il giusto aiuto. 

È probabile che – mentre stiamo scrivendo – gli effetti dei concimi dati a giugno siano completamente cessati; e che le radici del prato, sebbene tenaci, non possano più assorbire azoto quando ancora il sole brilla alto nel cielo. È così d’altronde che molti prati, nella parte finale dell’estate, manifestano segni di stanchezza: l’erba s’indebolisce, addirittura ingiallisce e manifesta la sua sete di nutrimento.

Una soluzione sottile, ma efficace

Non temere! Nel nostro ‘arsenale di cura’ per i manti erbosi esiste una strategia in grado di accendere di nuovo la vitalità del tuo tappeto erboso. 

Ti abbiamo già parlato nel capito 1 di questo contenuto dedicato al nutrimento del tappeto verde autunnale dei prodotti liquidi. Ricordi? Ecco qui vogliamo aggiungere che questi articoli sono spesso delle vere e proprie ‘formule magiche’, le quali offrono ad ogni manto erboso il nutrimento di cui ha più bisogno: anche a fine estate.

Chiedi consigli dettagliati al centro di giardinaggio, se vuoi. Oppure richiedi subito un sopralluogo dei nostri esperti: vedendo da vicino la situazione specifica sapremo quale prodotto liquido suggerirti per il tuo prato. Sarà una mossa furba non solo per rinvigorirlo, ma anche per creare una finestra di tempo perfetta alle tradizionali lavorazioni di fine estate.

Il cocktail nutriente

Immagina un cocktail di macro e micronutrienti, acidi umici e idrolizzati proteici. Questa pozione di vitalità è oggi la chiave per il tuo prato.

  1. Prendiamo, per esempio, un prato da 100 metri quadrati.
  2. I prodotti liquidi si mescolano in 10 litri d’acqua e si distribuiscono con una normale pompa irroratrice.
  3. La distribuzione su foglia asciutta, tra le 10 di mattina e le 6 di sera, ne garantisce l’assorbimento ottimale. Proviamo?!
Due strade da percorrere

Per tua convenienza, esistono due tipi di opzioni di nutrizione: base e avanzate.

  • La prima (base) è perfetta per prati con carenza nutritiva moderata;
  • mentre la seconda/avanzata è la risposta a mancanze evidenti (oppure per i prati pronti a nuove sfide di risemina e arieggiatura).

Ricordati, in ogni caso, che la nutrizione fogliare non sostituisce la concimazione granulare di settembre. Caso mai la anticipa, senza il rischio di inefficacia o bruciature.

Infatti l’autunno è un momento cruciale per la salute del prato. Un momento in cui comunque la nutrizione granulare è l’anello di congiunzione tra la cura estiva e l’accoglienza dell’autunno.

  • Contenta/o di questo breve excursus nel prato autunnale? Altre volte avevamo già passeggiato insieme tra questi argomenti: potresti ripassarli come e quanto vuoi, qui sul nostro blog.

Quindi, mentre il sole cala sulla scena estiva, il nostro impegno verso il tuo prato brilla ancora più forte. Con la nostra esperienza nei prati sportivi e le soluzioni di nutrizione intelligente che ci propongono i nostri fornitori di fiducia, creeremo insieme un autunno di colori intensi. Un panorama in cui il tuo prato resisterà alle sfide, sapendo affrontare le nuove stagioni con forza e grande vitalità.

Di stagione in stagione.

Ascolta su SoundCloud

di Linea Verde Nicolini

Line Verde Nicolini
Invia su WhatsApp